AGER PUBLICUS - Usi Civici Domini Collettivi

Con il termine USI CIVICI si identificano i diritti perpetui spettanti ai membri di una collettività (comune, associazione) su beni appartenenti al demanio, o a un comune, o a un privato. Sono di origine antichissima, e si collegano al remoto istituto della proprietà collettiva sulla terra. Il contenuto di questi diritti è vario: pascolo, far legna, raccogliere fronde o erba, spigolare, seminare.

  • articolo 1 - comma 1

    riconosce i domini collettivi come ordinamento giuridico primario delle comunità originarie

  • articolo 2

    dispone che la Repubblica valorizza i beni collettivi di godimento

  • articolo 3

    definisce i beni collettivi (sui quali è imposto il vincolo paesaggistico)

NEWS RECENTI

  • Presentazione del Progetto di riordino dell’archivio Carlo Ciangottini

    Nell’ambito delle “Celebrazioni del 20 Giugno” martedì 19 giugno p.v. alle ore 11.30, presso l’Archivio di Stato di Perugia si terrà la presentazione del “Progetto di riordino dell’archivio Carlo Ciangottini”. Centro studi Archivio di Stato Perugia, Piazza G. Bruno,10 – 06121 Perugia   +39 0755724403 – +39 0755731549; fax +39 0755730476 as-pg@beniculturali.it; aspg.urp@gmail.com;  www.archiviodistatoperugia.it

  • Gli effetti della sentenza della Corte Costituzionale del 31 maggio 2018, n. 113.

    La sentenza della Corte Costituzionale n. 113 del 2018, evidentemente, ha ritenuto l’illegittimità costituzionale dell’art. 8 della legge della Regione Lazio 3 gennaio 1986, n. 1, come novellato dall’art. 8 della legge della Regione Lazio 27 gennaio 2005, n. 6, rendendo inefficaci le modifiche apportate nel 2005 e seguenti. Al contempo ha confermato il testo […]

  • Alienazioni di terreni di proprietà collettiva edificati o resi edificabili nella Regione Lazio

    Già con la sentenza n. 204 del 18-30 maggio 1995 la Corte Costituzionale aveva giudicato non fondato la questione di legittimità costituzionale dell’art. 8, commi 1 e 6, della legge regionale del Lazio n. 1 del 1986 sollevato dal T.A.R. del Lazio. Il dispositivo della sentenza così recitava: << LA CORTE COSTITUZIONALE Dichiara non fondata […]